Noi, figli interrotti

memoriediunavagina

Ieri sono andata a cena da un amico 35enne, omosessuale, single. Appena varcata la soglia di casa, mi ha raccontato una terribile discussione avuta col padre, settantenne, molto cattolico. Sono andata via dopo la mezzanotte e, da allora, non riesco a smettere di pensare a ciò che cambia nel rapporto tra genitori e figli, a un certo punto della vita. Ovvio è che ogni famiglia è un caso a sé stante e che qualsiasi sistemaaffettivo ha delle peculiarità che possono difficilmente essere ridotte con generalizzazioni strumentali. Tuttavia, poiché quella con i propri genitori è la prima, originale, più stretta e generalmente più longeva relazione che viviamo nella nostra esistenza, vale la pena spenderci su due parole.

Quando superi i 30anni, entri in una fase strana della vita, nella quale sei o potresti essere genitore a tua volta. Indipendentemente dal fatto che tu ti sia riprodotto…

View original post 2.147 altre parole

Annunci

Se non conosci i tuoi obiettivi qualcuno li userà per sé

Target-300x202[1].jpgQualche giorno fa ho pubblicato un’immagine provocatoria. In questa immagine era mostrato un questuante che chiedeva l’elemosina. A terra di fronte a lui non c’è solo un cappello od una scatola nella quale accogliere le offerte dei passanti, ma una serie di cartoncini con scritto su ognuno di loro il nome di diverse religioni o filosofie. Continua a leggere

Vendiamo ciò che ci piace. Il resto non offriamolo alle altre persone.

6-Quick-Lessons-on-Teaching-Your-Board-Members-to-Solicit-Gifts[1].jpgL’altra sera stavo girovagando senza meta con i miei pensieri fino a che si è costruito dentro di me un pensiero che, una volta compreso il significato, mi è parso ovvio. Il pensiero in questione è molto semplice: come puoi pretendere che alle altre persone piaccia qualcosa di te che nemmeno te stesso sei in grado di apprezzare? Continua a leggere

Non è difficile!

487523853_XS[1]Il titolo di questo articolo, volutamente provocatorio ed ambiguo, fa pensare ad un post di quelli motivazionali, nei quali si incita le persone a credere in se stesse e che nulla al mondo le potrà fermare. In realtà il significato di questa esclamazione è differente. Ma facciamo un passo indietro sull’uso degli aggettivi qualificativi nel nostro parlato quotidiano. Continua a leggere

Coltivare la gratitudine

Gocce di Esperienza

grazie_bb_optIn questi giorni ho incrociato un sito web che proponeva un lavoro su di se’: ogni giorno scrivere 25 motivi per cui essere grati alla vita. Ho seguito il consiglio ed ho iniziato a tenere traccia dei motivi che avevo per essere grato alla vita. All’inizio venivano spontanee motivazioni materiali e maggiormente visibili: avere una casa, avere una macchina, la famiglia, l’opportunità che ho avuto di studiare, il lavoro che mi piace,….

View original post 651 altre parole